Il dramma racchiude già nel titolo la problematica che Pirandello affronta: l’impossibilità di avere una visione unica e certa della realtà.

Può essere considerato come un dramma che segna il passaggio dalla precedente produzione teatrale pirandelliana, ancora tradizionale, a quella successiva, imperniata sul metateatro e sulla completa disgregazione del personaggio. Qui, infatti, assistiamo ancora a una rappresentazione apparentemente tradizionale, in cui la chiave della storia sembra possa trovarsi assieme alla soluzione del mistero. Ma, giunti alla fine, scopriamo che non è così: il relativismo conoscitivo pirandelliano sta prendendo il sopravvento e sta occupando la scena non solo come componente tematica ma anche in modo più profondo e strutturale. La vicenda irrisolta dei tre personaggi, dei quali non sapremo mai la vera natura, è già una presa di posizione sul fatto che non c’è un’unica e definitiva soluzione della vicenda rappresentata: ognuno può scegliere quella che preferisce, in ogni caso la verità è inattingibile.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s