Giovanni Verga – La vita

Giovanni Verga nasce a Catania il 2 settembre 1840 da una famiglia di proprietari terrieri di antica origine nobiliare. Trascorre la sua giovinezza nella città natale, dove frequenta la scuola del poeta e patriota Antonino Abate, che gli ispira un convinto patriottismo e il gusto per la narrativa francese d’appendice. Nel 1858 si iscrive alla facoltà di legge, ma interrompe gli studi per seguire gli eventi legati all’impresa di Garibaldi, arruolandosi volontario nella Guardia Nazionale. Tra il 1861 e il 1863 Verga pubblica due romanzi di argomento patriottico e, nel 1865, si reca a Firenze, dove si trasferisce nel 1869. Nella città toscana, allora capitale del Regno d’Italia, viene introdotto nei più importanti salotti letterari e conosce, tra gli altri, il concittadino Luigi Capuana.

Alla fine del 1872 si trasferisce a Milano, l città italiana culturalmente più vivace dell’epoca: qui frequenta gli esponenti della Scapigliatura e pubblica tre romanzi di ambientazione borghese, accomunati dalla tematica romantica dell’amore-passione. A partire dal 1874 Verga si impegna in un’intensa attività letteraria, contribuendo, assieme a Capuana, alla nascita del Verismo e diventando il rappresentante più illustre. Infatti, dopo essersi accostato alla poetica naturalista francese con la novella Nedda, in Rosso Malpelo realizza la piena conversione al Verismo, e, di lì a poco, si dedica al progetto di un ciclo narrativo composto di cinque romanzi, che si propone di illustrare la lotta per la vita all’interno delle diverse classi sociali.

Nel 1893 torna a vivere stabilmente a Catania, ma si apre per lui un periodo di crisi creativa, anche in conseguenza di una lunga causa legale sui diritti d’autore nel dramma Cavalleria rusticana, che lo oppone al musicista Pietro Mascagni eche si conclude solo nel 1903. In questo decennio la sua attività letteraria rallenta e Verga non riesce a terminare il ciclo dei Vinti; risalgono a questi anni solo i drammi teatrali. Alla vigilia della prima guerra mondiale, Verga si schiera su posizioni interventiste e nel 1920 viene nominato senatore. Muore a Catania il 24 gennaio 1922.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s