Territorio e impatto ambientale

L’ambiente, le risorse naturali, le zone ecologicamente sensibili, la cultura e il patrimonio artistico sono tra le componenti fondamentali di una destinazione turistica.

Per questo motivo i turisti, i residenti, le imprese del settore e le amministrazioni pubbliche devono contribuire a proteggere l’ambiente e le risorse naturali; salvaguardare le zone costiere, di montagna e le aree protette; preservare la cultura le tradizioni in quanto fattori fondamentali di richiamo turistico.

La consapevolezza che il turismo può causare inquinamento e degrado ambientale e sociale è un fatto recente. Fino agli anni ’60, infatti, il turismo era considerato un’industria senza ciminiere, che genera ricchezza pulita.

Oggi esiste una maggiore attenzione ai rischi alimentari portati da uno sviluppo non controllato del turismo. Nel delicato rapporto tra turismo, ambiente, tradizioni e cultura locale possono inserirsi alcuni fattori negativi. L’attrazione esercitata da molte località, infatti, può portare ad un eccesso di presenze di turisti, con incrementi non controllati dei flussi e fenomeni di congestione, che finiscono per eccedere la capacità di carico ecologica, sociale e culturale delle destinazioni turistiche e compromettere in modo permanente il patrimonio naturale e ambientale dell’area.

Per questi motivi si rende necessario programmare uno sviluppo sostenibile del turismo in modo da trasformarlo sempre più in elemento di valorizzazione e non di degrado della qualità ambientale e culturale dei territori. Indirizzarsi verso un turismo sostenibile non significa condannare il turismo di massa, ma vuole dire maturare e diffondere la consapevolezza che anche per il turismo esistono limiti, superati i quali non possiamo lasciare alle future generazioni le risorse su cui oggi contiamo.

In generale gli impatti ambientali collegati alle attività turistiche possono essere: impatti sul paesaggio delle aree naturali dovuti all’antropizzazione, urbanizzazione e costruzione di strutture ricettive e di infrastrutture che determinano gravi alterazioni del contesto preesistente; modificazione degli ecosistemi marini e terrestri con ripercussioni sull’esistenza di specie animali e vegetali con perdita di biodiversità; consumo di risorse naturali; inquinamento atmosferico; inquinamento del suolo e dell’acqua; congestione ed inquinamento acustico da traffico; produzione di rifiuti.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s