I nuovi modelli di comunicazione imposti dal web

Oggi le comunicazioni sono mutate grazie alla nascita e all’evoluzione dei sistemi informatici, in particolare del web.

Il World Wide Web nasce agli inizi degli anni 90 nei laboratori del CERN di Ginevra, allo scopo di facilitare la comunicazione tra la comunità internazionale dei fisici. Tim Berners-Lee, il suo ideatore, sviluppò un sistema di comunicazione basato su testi complessi che comprendevano non solo parole, ma anche immagini, suoni, video, denominati ipertesti. Qualche anno dopo due ricercatori americano creano la prima interfaccia grafica per l’accesso ai documenti presenti sul WWW, il famoso Mosaic, e la distribuiscono gratuitamente a tutta la comunità di utenti della rete, permettendo di fatto di immagazzinare, pubblicare e diffondere le informazioni a un pubblico mondiale. Da quel momento in poi Internet diventa utilizzabile anche da utenti non esperti, che possono accedere a una quantità di informazioni prima inimmaginabile e comunicare fra di loro. L’abbassamento dei costi del personale computer ha consentito alla comunità online di aumentare di numero, e la diffusione della banda larga ha permesso inoltre nelle società occidentali e in quelle sviluppate di velocizzare le loro attività in rete.

Negli ultimi anni il web ha subito un’altra evoluzione: il World Wide Web è diventato interattivo. Di fatto il web non è cambiato, la sua infrastruttura è sempre quella, ma i programmatori della rete hanno costruito dei software centrati sulla persona, più facili da usare, che permettono lo sviluppo di relazioni e che assicurano la bidirezionalità. Ora il web è diventato una piattaforma, ovvero un sistema operativo sempre più autonomo che entra in concorrenza direttamente con chi detiene il monopolio delle più diffuse applicazioni per il personal computer. Questa seconda generazione del web, che si fonda sulle nuove applicazioni tecnologiche online, quali i blog, forum, chat, o sistemi quali Wikipedia, YouTube, Facebook, Myspace, Twitter, Gmail, viene definita ormai Web 2.0.

Grazie al Web 2.0 è possibile intervenire, esprimere la propria opinione, fornire risposte in tempo reale, modificare gli stessi siti, e ciò ha modificato la comunicazione. Le comunicazioni via web posseggono infatti la caratteristica di ampliare sia l’audience raggiunta da un messaggio, sia la ricchezza, in termini di interattività e personalizzazione, del messaggio stesso. Il web consente cioè una comunicazione ricca, perché personalizzata ed interattiva, ad un’ampia platea di utenti.

Il web inoltre gode della possibilità di far coesistere diversi modelli di interazione, attivando oltre alle forme di comunicazione tradizionali one-to-one e one-to-many anche forme più innovative del tipo many-to-many, grazie alla sua evoluzione in senso interattivo con il Web 2.0.

Il modello comunicativo many-to-many non determina una sola relazione tra emittente e ricevente, ma consente un insieme di relazioni intrecciate, in cui la distinzione fra emittente e destinatario non esiste. Tutte le parti infatti contribuiscono alla costruzione del contenuto e dell’ambiente di comunicazione, grazie alle discussioni di gruppo virtuali di blog, social forum ecc.

Il blog infatti permette a chiunque sia in possesso di una connessione Internet di creare facilmente un sito in cui pubblicare storie, informazioni e opinioni in completa autonomia. Ogni articolo è legato ad un thread, in cui i lettori possono scrivere i loro commenti e lasciare messaggi all’autore. Il blog è un luogo dove si può stare insieme agli altri e in genere si può esprimere liberamente la propria opinione. E’ un sito web, gestito in mod autonomo, nel quale si tiene traccia dei pensieri; quasi una sorta di diario personale. Ciascuno vi scrive, in tempo reale, le proprie idee e riflessioni. In questo luogo cibernetico si possono pubblicare notizie, informazioni e storie di ogni genere, aggiungendo, se si vuole, anche dei link a siti di proprio interesse: la sezione che contiene link ad altri blog è definita blogroll.

Grazie ai social network si creano comunità virtuali online che consentono ad un insieme di persone interessate ad un determinato argomento di corrispondere tra loro. Chiunque può partecipare, ovunque si trovi, con un semplice accesso alle reti, lasciando messaggi su forum, partecipando a gruppi di discussione.

In Internet le informazioni circolano velocemente da persona a persona come in un contagio, riproducendo a distanza il passaparola fra amici e conoscenti e determinando un flusso di comunicazione pervasivo e diffuso.

Il web si connota dunque come una tipologia di comunicazione innovativa, non solo per i mezzi tecnologici che utilizza in termini di hardware e software, ma anche per i modelli di comunicazione che dispone. Infatti, grazie al web sono attivabili tutti i tre tipi di comunicazione contemporaneamente. E’ possibile per un albergo inviare e-mail personalizzate, aprire un sito internet, partecipare a blog o comunità virtuali. Inoltre il web consente una comunicazione personalizzata e interattiva con un ampia platea di interlocutori.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s