La dieta a zona, ideatra dal biochimico americano Barry Sears, si propone l’obiettivo di perseguire più massa magra e meno massa grassa, più forza e resistenza, più salute e benessere. Per “zona” si intende il picco di massima efficienza fisica e mentale. Nella dieta a zona il cibo è considerato come il mezzo per il controllo del rilascio degli ormoni, anziché una semplice fonte di calorie. In particolare, si pone l’accento sugli effetti del cibo su due ormoni: l’insulina considerato l’ormone dell’accumulo di energia ed il glutine considerato l’ormone del consumo. L’equilibrio tra questi due ormoni garantirà il nostro ingresso nella zona è consentirà al nostro organismo di vivere in salute. Questo tipo di dieta prescrive un pasto continuo dalla seguente percentuale di macronutrienti:

  • profusi 30%: carne, pesce, uova e formaggi;
  • lipidi 30%: preferire i grassi monoinsaturi provenienti da olio d’oliva, mandorle, arachidi, nocciole;
  • glucidi 40%: sono da preferire i glucidi semplici provenienti da frutta e verdura.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s