Limiti delle diete dimagranti

L’eccesso di cibo rispetto al proprio fabbisogno calorico e nutrizionale, è responsabile nella popolazione Occidentale di sovrappeso ed obesità. Oggi, per dimagrire si possono trovare nel mercato decine di diete considerate più o meno miracolose. Secondo molti nutrizionisti, i limiti fondamentali delle diete moderne sono di essere:

  • Dissociate: un solo alimento al giorno. Sono diete che si basano sul consumo di una sola categoria di alimenti. La più famosa è la dieta monocibo di Antoine. Altre diete dissociate famose sono: la dieta del fantino, quella della clinica Mayo, quella di Beverly Hills.
  • Iperproteiche: tante proteine e niente carboidrati. Rientrano in questa categoria tutte le diete che escludono pasta, riso, pane, ecc. e includono invece massicci quantitativi di proteine sotto varie forme. Le più note sono le buste iperproteiche sostituitive-pasto, la dieta del dottor Atkins, la dieta punti del dottor Razzoli, l dieta Scarsdale, la dieta Dunkan. La dieta tisanoreica di Mech si basa sulla decottotopia ma è ipoglucidica e induce la chetosi nel corpo.
  • Iperglucidiche: tanti glucidi e poche proteine. Le diete che appartengono a questo gruppo sono tutte di tipo vegetariano. Prevedono un consumo giornaliero di grossi quantitativi di carboidrati e un impiego ridottissimo di proteine. Si possono citare, per esempio, la dieta Pritkin, quella macrobiotica e la Kempner diet.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s