La struttura dell’attuale Unione europea si fonda sul “triangolo istituzionale” formato da:

  • Parlamento europeo: è formato da 750 deputati europei più il Presidente, eletti dai cittadini europei con suffragio universale ogni cinque anni. Le sue principali funzioni sono quelle di approvazione della normativa europea e di controllo sulle altre istituzioni. Dispone di tre sedi: Bruxelles, Lussemburgo e Strasburgo.
  • Consiglio dell’Unione europea: è composto dai ministri di tutti i Paesi dell’Unione Europea che si riuniscono per adottare le normative e coordinare le politiche. Non ci sono membri fissi. In occasione di ogni riunione del Consiglio, ciascun Paese è rappresentato dal ministro responsabile della materia trattata in quell’occasione, per esempio il ministro dell’Economia sarà presente durante la seduta in cui si discuterà di questioni economiche. Quando il Consiglio si riunisce per questioni di politica estera viene presieduto dall’alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell’UE. Ha sede a Bruxelles.
  • Commissione europea: è composta da un rappresentante per ogni Stato ed è una delle principali istituzioni dell’Unione europea. Rappresenta e tutela gli interessi dell’UE nel suo insieme. Propone atti legislativi al Parlamento e al Consiglio dell’Unione europea, anche su “iniziativa popolare”. Vigila sull’applicazione dei Trattati da parte dei Paesi membri e stabilisce le priorità nell’erogazione dei finanziamenti. Ha sede a Bruxelles.

    Altri importanti organismi della UE sono:

    • Consiglio europeo: è formato dai capi di Stato o di governo dei Paesi membri e ha una funzione di orientamento e slancio delle politiche generali.
    • Corte dei Conti europea: ha il compito di migliorare la gestione finanziaria dell’UE e di riferire in merito all’uso dei fondi pubblici. E’ stata istituita nel 1975 e ha sede a Lussemburgo.
    • Corte di giustizia dell’Unione europea: è costituita da un giudice per ciascuno Stato membro; interpreta il diritto dell’UE perché esso venga applicato allo stesso modo in tutti i Paesi membri. Si occupa inoltre di giudicare le controversie tra i governi dei Paesi membri e le istituzioni dell’UE. Anche i privati cittadini, le imprese o le organizzazioni possono portare un caso all’attenzione della Corte, se ritengono che un’istituzione dell’UE abbia leso i loro diritti.
    • Banca centrale europea: con sede a Francoforte, in Germania, è la Banca centrale incaricata dell’attuazione della politica monetaria per i diciotto Paesi dell’Unione europea che hanno aderito all’euro e che formano la cosiddetta “zona euro”; ha il diritto esclusivo di autorizzare l’emissione di banconote all’interno dell’area dell’euro. I suoi obiettivi primari sono il mantenimento della stabilità dei prezzi e del sistema finanziario.
    • Banca europea degli investimenti: è di proprietà dei 28 Paesi dell’UE; è stata creata nel 1957, con il Trattato di Roma, e ha lo scopo di sostenere gli obiettivi dell’Unione europea erogando finanziamenti a lungo termine per progetti di investimento; contribuisce anche a una maggiore integrazione e coesione socio-economica dei Paesi membri.
    Advertisements

    Leave a Reply

    Fill in your details below or click an icon to log in:

    WordPress.com Logo

    You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

    Twitter picture

    You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

    Facebook photo

    You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

    Google+ photo

    You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

    Connecting to %s